FISIOTERAPIA

Che cos’è?

La Fisiokinesiterapia o fisioterapia, viene praticata a seguito di ingessature, applicazioni di tutori, interventi chirurgici e traumi. Aiuta in sostanza a riprendere il normale svolgimento delle attività fisiche tramite una riabilitazione specifica. E’ particolarmente indicata nei casi di necessità di recupero muscolare ed articolare.

Che differenza c'è fra fisiokinesiterapia attiva e passiva?

 

Esistono 2 tipi di fisiokinesiterapia:

Passiva: prevede che sia il terapista ad esercitare particolari tecniche sul paziente per gestire in modo efficace il movimento della parte del corpo interessata. In questo caso il paziente rimane passivo.

Attiva: prevede invece che sia il paziente a compiere determinate azioni o movimenti dietro indicazioni del terapista. In questo caso è possibile utilizzare: elastici, palloni, bastoni, tappetini etc.

 

Per quali traumi, dolori o patologie si ricorre alla fisiokinesiterapia?

 

Si utilizza questa terapia per curare principalmente traumi di varia entità: fratture, lussazioni, distorsioni, tendiniti, cervicalgie, lombalgie, periartriti e colpi di frusta. E’ utile per curare malattie delle articolazioni in quanto consente un completo recupero delle attività umane, altrimenti bloccate o limitate.

 

 

Perché si fa ricorso a questo trattamento?

 

Essendo il corpo umano una macchina perfetta che si muove in assoluta sinergia, quando capitano eventi traumatici o si acuiscono particolari patologie risulta complicato svolgere determinati movimenti e godere appieno delle proprie funzioni. La fisiokinesiterapia agisce per raggiungere la totale riabilitazione della parte interessata, accompagnandola gradualmente verso il recupero  e il ripristino delle attività.

 

 

Oltre a ripristinare i normali movimenti, attraverso una serie di sedute, la fisiokinesiterapia consente di ritrovare quel vigore fisico frenato dall’incidente traumatico. Arreca benefici all’apparato respiratorio, favorisce la circolazione sanguigna e il metabolismo. Contribuisce alla prevenzione di patologie ben più gravi, migliorando o curando quelle già presenti.

E’ utile per lo scioglimento della tensione muscolare causata dallo stress e può essere praticata senza limiti di età. Recenti studi hanno dimostrato che può essere utile durante la gravidanza, in fase di preparazione al parto e successivamente per restituire il tono muscolare della parte addominale e della zona pelvica.

Questa terapia è molto spesso associata a trattamenti di massoterapia , idonei per riattivare la circolazione sanguigna della pelle e dei muscoli, in modo tale da impedire la comparsa di edemi o versamenti.

Quali sono i benefici della fisiokinesiterapia?

 

Che cos’è la riabilitazione post-operatoria?

 

La riabilitazione post-operatoria è un percorso fisioterapico finalizzato a raggiungere il miglior risultato possibile dopo un intervento chirurgico. Prevede una serie di esercizi riabilitativi, svolti sotto l’occhio vigile del terapista, atti a favorire il recupero completo del paziente o meglio delle sue attività motorie.

Per cosa è indicata? Quali sono i tempi di recupero?

 

 

La riabilitazione post-operatoria segue una serie di tecniche specifiche, su misura per ogni paziente. E’ indicata per curare ad esempio:
la spalla,  il ginocchio, l’anca, la mano, la colonna vertebrale, la caviglia, il tendine d’Achille.

 

I tempi di recupero nella fase di riabilitazione post-operatoria variano in base a vari fattori come il tipo di intervento a cui si è stati sottoposti, la volontà e il fisico del paziente, la zona infortunata etc.

La bravura e la capacità dei nostri terapisti è quella di individuare il percorso riabilitativo migliore da intraprendere per raggiungere in minor tempo possibile i risultati programmati.

 

Riabilitazione Val Luretta  - Via Esperanto, 5  - Agazzano (PC)

392 3008820

sartorisilvia@libero.it